Logo del Parco
Condividi
Home » Ente » Ricerche e progetti » Sezione flora e vegetazione

Progetto Conservazione e gestione di Flora e Habitat nelle Alpi Occidentali del Sud

Le Alpi occidentali del sud sono caratterizzate da un'elevata biodiversità, dovuta alla sovrapposizione degli areali di specie tipicamente alpine e di specie mediterranee, a cui si aggiunge una componente di flora endemica tra le più rilevanti d'Europa; per questo motivo esse rappresentano una delle aree chiave per la conservazione del patrimonio naturale a livello europeo.

Il progetto "Conservazione e gestione di Flora e Habitat nelle Alpi Occidentali del Sud" ha rilevato e monitorato la presenza di habitat e specie, rari o vulnerabili nei territori delle aree protette regionali e nazionali e della rete Natura 2000.

Si è concluso nel 2005.

Al progetto hanno collaborato il Parco Naturale della Collina di Torino (ora Aree protette del Po piemontese), i Parchi e Riserve Naturali del Canavese (ora Aree protette dei Parchi Reali), i Parchi e Riserve Naturali del Cuneese (ora Aree protette delle Alpi Marittime), l'Istituto per le Piante da Legno e l'Ambiente S.p.A, il Conservatoire Botanique National Alpin de Gap - Charance e il Conservatoire Botanique National Mediterraneen. Ed è stato cofinanziato dalla Regione Piemonte e da Provence Alpes Cote Azur, Direction Regionale de l'Environnement Provences-Alpes Cote Azur, Parc Regional du Queyras, Parc Naturel Regional du Verdon.

Per la parte in capo all'Ente-Parco:

E' visualizzabile qui la cartografia in scala 1:10.000 degli habitat di interesse naturalistico per i siti "Bosco del Vaj e Bosc Grand" (IT1110009) e "Collina di Superga" (IT111012), siti tutelati a livello europeo della Rete Natura 2000 che ricadono parzialmente all'interno rispettivamente della Riserva Naturale del Bosco del Vaj e del Parco naturale della Collina di Superga. Le tipologie di ambiente sono state identificate utilizzando la classificazione CORINE Biotopes.

I dati raccolti sono stati inseriti nella "Banca dati per la conservazione della biodiversità floristica nelle Alpi Occidentali del Sud". La banca dati è gestita da IPLA.

Sono stati raccolti 2350 campioni di 890 specie presenti sulla collina torinese, in un'area compresa tra Verrua Savoia, Brozolo e Moncalieri, incluso il fiume Po e parte del versante astigiano. Oggi fanno parte di un erbario che è parte delle collezioni del Museo di Scienze Naturali di Torino. Ogni esemplare è stato accuratamente scansionato e qui i sono alcuni esempi di specie rare:

Per approfondire:

PDF www.parcopopiemontese.it/documenti/zero/2010/dwd/rarita_23x28_bassa.pdf

PDF www.parcopopiemontese.it/documenti/zero/2010/dwd/18mar2010/pascal.pdf

Anemone epatica
Anemone epatica
(foto di: Monica Pogliano)
Fiori di stecco
Fiori di stecco
(foto di: Monica Pogliano)
Dente di Cane
Dente di Cane
(foto di: Andrea Miola)
Pervinca
Pervinca
(foto di: Andrea Miola)
piemonteparchiiNaturalistParchi da vivereProgetti PSR
Vuoi inviare una segnalazione di inaccessibilità di questo sito web?Invia segnalazione
Logo del Parco
© 2024 - Ente di gestione delle Aree Protette del Po piemontese
Via Alessandria, 2 - 10090 Castagneto Po (TO)
E-mail: parcopopiemontese@pec.it - Posta certificata: parcopopiemontese@pec.it
Cod. fisc. 95000120063
PagoPA